fbpx

Clown e Mindfulness. Perchè insieme?

Chiunque abbia visto un clown poetico sa bene che esiste un momento (più di uno) dove succede qualcosa di strano, inspiegabile e allo stesso tempo affascinante:

Rellenito

C’è un clown lì, nel mezzo del palcoscenico (o per strada o nella stanza di un ospedale). Non parla. Non fa assolutamente nulla. Non ha assolutamente niente con sé. Forse guarda, ma niente di più. Eppure fa ridere, è tenero, affascina e trasforma quel momento in qualcosa di magico.
Quello è un momento autentico, nel quale il clown vive in piena consapevolezza il suo stato e lo condivide con il pubblico. Quello è un momento Mindful.

Esiste una profonda connessione tra il clown contemporaneo e la Mindfulness.
Gli ingredienti sono gli stessi e per citarne alcuni: presenza, corpo, ascolto, accettazione, sensibilità.
Il risultato è diverso (in apparenza) perché diverso è il modo in cui tali ingredienti vengono mescolati e per le quali le finalità cambiano.
Eppure (in essenza) il risultato è identico e se impariamo ad usare gli ingredienti in un campo sappiamo poi come applicarli in un altro.

Un clown è un essere umano che esprime se stesso,  non un personaggio, così com’è, lì dove si trova, utilizzando un livello di attenzione (consapevole) il più profondo possibile e per il quale il giudizio non ha molto senso.

Un praticante Mindfulness è un essere umano che durante un atto di attenzione consapevole conosce se stesso, al di là del giudizio, in altre parole è.

Logiche

Un clown lavora con logiche non lineari, paradosso e contraddizione sono continuamente presenti nelle sue azioni .

Guarda caso anche il praticante Mindfulness “agisce” in modo paradossale, visto che lavora sull’azione senza azione.

I benefici di fare clown con la Mindfulness e fare Mindfulness con il clown

Lavorare il clown che è in noi (tutti) ci offre la possibilità di scoprire ed applicare la Mindfulness direttamente in un ambiente dove il sorriso, il buon umore e la tenerezza creano uno spazio di lavoro, protetto e rilassato. Dentro questo spazio però succede quello che deve succedere, tutta un’avventura alla scoperta di noi stessi, le parti che sanno di buono e quelle che ci infastidiscono. Siamo tutti i coinvolti negli esercizi e vediamo da vicino quanta somiglianza ci sia tra noi.

Conosciamo così un po’ di più noi stessi, con nostra grande sorpresa, in così poco tempo ed attraverso una “stupida” ma giocosa attività.

La proposta di FunzionaMente. Origini e destinazioni.

FunzionaMente è la prima struttura in Italia che propone un percorso di questo genere, frutto di una esperienza pluriennale in entrambi i campi.

Il programma affrontato nell’intensivo è stato preparato per coinvolgere le persone che provengono da entrambi i settori, curiosi, amatori ed esperti. 

Non vuole essere un punto di arrivo ma si propone di dare il LA a tutta una serie di azioni personali nella nostra vita.

Il prossimo corso Clownfulness

Si svolgerà a Milano il 18 e 19 aprile nei locali di Teatribù,

Via Agordat 32, Metro Turro o Cimiano

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul programma dei 2 giorni, contattaci attraverso il form o telefonicamente (3472173884).

Il costo del seminario è di 140€ per iscrizioni fino al 8 Marzo, 160€ dal 9 marzo in poi. Il pagamento può essere effettuato via bonifico utilizzando i seguenti estremi bancari:

IBAN: IT29W0347501605CC0011864616
Intestato a: Umberto De Domenico
Causale: Pagamento Corso Clownfulness con Celia Ruiz   

I formatori

Celia Ruiz
Celia Ruiz

Maestra Clown di fama internazionale e fondatrice della piattaforma ClownSoulWoman.

E’ conosciuta per la sua conduzione sul “clown essenziale” che la avvicina intimamente alla Mindfulness e per la quale ha realizzato e realizza seminari in vari paesi tra cui Germania, Austria, Portogallo, Spagna, Messico Perù, Uruguay, Burkina Faso, Libano e, ora finalmente, Italia.

Umberto De Domenico

Con 30 anni di esperienza nel campo delle pratiche meditative. 
Come formatore Mindfulness ha lavorato in Spagna (Madrid) e in Italia (Milano). Si è formato ed abilitato all’insegnamento della Mindfulness secondo il programma MBSR con il Center For Mindfulness (CFM) dell’ospedale clinico universitario di Massachussets (UMASS), USA.

Si è anche certificato all’insegnamento della Mindfulness per adoloescenti e bambini nelle metodologie DotB e PawsB del Mindfulness in School Project, MISP (London, UK).

Clown dal 2011, si è formato con Celia Ruiz, Veronica Macedo, Pablo Pudnik, Vladimir Olshansky, Avner the eccentric, Gabriel Chamè, Josè Piris

Obiettivi del corso

L’obiettivo del corso è quello di introdurre i partecipanti alla Mindfulness e al Clown, entrambi visti come strumenti di crescita personale che utilizzano gli stessi ingredienti: attenzione consapevole (sia corporea che mentale), ascolto, apertura, e che portano agli stessi risultati sulla persona (effetti collaterali) quali un rafforzamento dell’autostima, un aumento della resilienza, lo sviluppo dell’intelligenza emotiva e della assertività.

Con la Mindfulness lavoreremo da fuori verso dentro. Con il clown lavoreremo da dentro verso fuori. 

Per esempio, si lavorerà per conoscere il corpo ed il respiro come “strumento Mindfulness” per eccellenza. Vale a dire come strumento di comunicazione verso l’interno. Allo stesso tempo utilizzeremo il corpo per comunicare verso l’esterno attraverso il clown che, tra le altre cose, ci permetterà un lavoro sottile con le emozioni. 

Il lavorare in entrambe le direzioni è una modalità nuova e molto efficace perché permette di vedere con immediatezza cosa succede dentro di noi.

A chi è diretto questo intensivo

Il corso è adatto a chiunque dai 18 ai 101 anni che voglia

  1. Scoprire il proprio Clown e cosa vuol dire fare Clown contemporaneo.
  2. Capire cos’è la Mindfulness e che significa applicarla nella propria vita.

Se si è già clown o praticanti Mindfulness questo seminario è un ponte tra le due arti e permette di potenziare ciò che in noi stiamo già lavorando, sia esso il clown o la Mindfulness.

Programma

Il corso si sviluppa nell’arco di 2 giorni (15 ore in tutto).

Ed è diviso nelle seguenti tematiche che verranno introdotte anche fondendosi per permettere di riconoscere gli elementi comuni:

1] Introduzione alla Mindfulness, alla clownerie ed al collegamento tra le due
2] Esercizi pratici di approfondimento delle pratiche Mindfulness
3] Esercizi di introduzione alla logica clown e congiunzione con la Mindfulness
4] Fase di creazione clownfulness

A queste tematiche vanno aggiunti i momenti di condivisione, intermezzi tra un’attività e l’altra che consolidano l’esperienza e la definiscono e sono da considerarsi quindi di grandissimo valore.

Sezione 1 – Introduzione alla Mindfulness, alla clownerie ed al collegamento tra le due

Definizione di Mindfulness. Che cos’è e che cosa non è.
Prima pratica Mindfulness.
Il perché del sentire/pensare il proprio corpo.
Potenziali benefici della Mindfulness.
Le neuroscienze e la Mindfulness.
Atteggiamenti (dall’inglese Attitude) nel lavoro Mindful o di consapevolezza.
Definizione di Clown. Il clown bianco, l’augusto e il controaugusto. Atteggiamento clown. Logiche del clown. Il fallimento nel clown.
La consapevolezza nel clown.

Sezione 2.  Esercizi pratici di approfondimento delle pratiche Mindfulness.

Le attività di pratica Mindfulness sono distribuite nelle 2 giornate in modo da permettere ai partecipanti di assimilare per quanto possibile le informazioni fornite gradualmente.

Le sessioni sono tutte guidate dall’istruttore fatta eccezione per l’ultima del secondo giorno che viene spiegata previamente e viene poi eseguita in modo autonomo.

Sviluppo della consapevolezza attraverso esercizi pratici sulla attenzione cosciente.

Lavoreremo utilizzando oggetti di consapevolezza diversi per esplorare come funzioniamo e come è possibile potenziare la nostra attenzione consapevole.

  • L’oggetto respiro (AOB)
  • L’oggetto corpo (FOFBOC)
  • L’oggetto pensiero (ACE)
  • L’oggetto esterno (Trataka)
  • Esercizi Mindfulness in diadi
  • Meditazioni dinamiche

Sezione 3. Esercizio del clown in fusione con la Mindfulness

Anche le attività di clowning sono distribuite nelle 2 giornate in modo da permettere ai partecipanti di assimilare per quanto possibile gradualmente le informazioni fornite.

Le attività sono focalizzate a creare le condizioni per:

  • Lo sviluppo del pensiero Clown.
  • L’accettazione del pagliaccio come filosofia di vita. (sì alla vita).
  • L’esplorazione del piacere del gioco.
  • L’interazione con l’oggetto esterno.
  • Stupore clown.
  • Respiro clown.
  • Ascolto clown.
  • Lo sviluppo dell’energia del gioco come strumento di vita.
  • Consapevolezza clown: il riconoscimento in noi di un barometro emotivo (come il clown viaggia tra le emozioni e come trova il suo centro).
  • Scoprire il clown come strumento sociale (come il pagliaccio gestisce la competitività) utilizzando:
    • Esercizi per lo sviluppo della vulnerabilità e accettazione
    • Esercizi per lasciare andare il controllo
    • Esercizi di gruppo sul piacere del gioco
    • Esercitazioni di improvvisazione per l’integrazione degli obiettivi

Sezione 4. Fase di creazione clownfulness 

Creazioni clown dalle proposte dell’insegnante. Durante questa fase si lavorerà la creazione clown ancorandoci ad uno stato Mindful.
Valutazione individuale e di gruppo dell’intero percorso.

Il corso si svolgerà in italiano e spagnolo con traduzione simultanea